progetti

Un ponte abitato per il Museo Gösta

1-vattovani 2-vattovani 3-vattovani 4-vattovani 5-vattovani 6-vattovani 7-vattovani 8-vattovani
Il progetto di Andrea Vattovani ha preso parte al Concorso Internazionale per l’ampliamento del Museo Gösta Serlachius a Mänttä in Finlandia. Il bando, vinto nel 2011 da MX_SI Architectural Studio, richiedeva la conservazione dell’edificio storico esistente nella sua interezza e la previsione di un’estensione architettonica in grado di contenere un nuovo foyer e una nuova biglietteria, oltre a spazi per mostre, collezioni permanenti, conferenze, uffici e ristorante.
Proprio per rispettare la preesistenza, il nuovo edificio parte in prossimità del vecchio fabbricato ma ad un livello ribassato. Dopo aver approfondito la storia del luogo e aver colto l’importanza dell’isola adiacente, il team di progetto ha deciso di creare una forte connessione tra l’edificio esistente e l’isola creando un ponte contemporaneo, una promenade architettonica immersa nella natura. Cerniera tra vecchio e nuovo diviene la piazza antistante, da cui si scende al nuovo foyer, posto ad un livello ribassato; qui si può decidere di proseguire in due direzioni (nei nuovi spazi o nel vecchio fabbricato debitamente collegato). A livello strutturale, il ponte si configura come una grande trave reticolare con l’obiettivo di avere all’interno uno spazio ampio, flessibile e completamente libero da supporti. La nuova piattaforma vetrata è divisa invece in due livelli funzionali: al piano terra la parte museale, pubblica e in stretta connessione visiva con il contesto, al piano superiore gli spazi riservati al personale del museo. Il ristorante è invece stato studiato come traguardo per entrambi i flussi, spazio fluttuante sul paesaggio, cannocchiale panoramico per visitatori e staff.

Architettura: AVA – Andrea Vattovani Architecture
Luogo: Männtä (Finlandia)
Progetto: 2011

Elisa Montalti

Previous post

AVA - Andrea Vattovani Architecture

Next post

ADI Impresa Docet, IV Edizione