urban planning

The Goods Line: un corridoio verde di pause abitabili e mix funzionali

The Goods Line, progettata da ASPECT Studios in collaborazione con lo studio Chrofi, è l’opera che ha riqualificato un contesto multiforme e disgregato di Sidney, disponendo nuove connessioni fisiche e mix funzionali capaci di offrire originali opportunità di fruizione.

ASPECT-TGL-(c)-FLORIAN-GROEHN-74
Ricalcando le rotaie di una ferrovia in disuso, The Goods Line interviene come elemento di congiunzione, non lineare ma fortemente narrativo, tra i quartieri sorti negli ultimi decenni con un parco sopraelevato che si arricchisce di sfumature collettive più articolate.

ASPECT-TGL-(c)-FLORIAN-GROEHN-71
Dalla stazione centrale fino a Chinatown, le varie istituzioni culturali ed educative esistenti, tra cui la UTS Business School disegnata da Frank Gehry, l’edificio dell’emittente nazionale ABC e la stessa committenza, Sydney Harbour Foreshore Autority, si ritrovano inserite (e comunicanti) nel medesimo percorso di pause godibili e sequenze comprensibili.

ASPECT-TGL-(c)-FLORIAN-GROEHN-6
Il corridoio verde e i sottospazi annessi creano una vera e propria “infrastruttura sociale”, al cui interno la citazione di un passato industriale si palesa negli stessi materiali, dall’acciaio alla ghiaia, dal legno al cemento delle aree pedonali e ciclabili.

Il percorso si configura dinamicamente attraverso tessere connettive, risorse vegetali, e i codici di un’estetica ludica, democratica e ricorsiva, per facilitare la riappropriazione condivisa dello spazio pubblico.

Il progetto ha identificato delle aree ben caratterizzate per esprimere i diversi usi degli spazi. The Goods Line sorprende per le opportunità di intrattenimento culturale attivabili ad esempio nell’anfiteatro di Mary Ann Street, attrezza aree per il picnic, per il ping pong, postazioni per lo studio o la lettura, e schiera sedute, rampe e panchine con spessori, materiali e colori diversi.

Progetto: ASPECT Studios
Partner: Chrofi
Ingegneria: Acor
Collaboratori: Deuce Design (Interpretive Design), GML (Heritage Consultant), JBA (Planning Consultant), Lighting Art + Science (Lighting Designers),AR-MA (Research for precast concrete),Gartner Rose (Head Contractor)
Cliente: Sydney Harbour Foreshore Authority
Luogo: Sydney (Australia)
Anno: 2015
Superficie: 6,995m² (North section)
Foto: Florian Groehn

Antonella Mazzola

The Goods Line, ASPECT Studios. ©FLORIAN-GROEHN ASPECT Studios, ©FLORIAN GROEHN ASPECT Studios, ©FLORIAN GROEHN ASPECT Studios, ©FLORIAN GROEHN ASPECT Studios, ©FLORIAN GROEHN ASPECT Studios, ©FLORIAN GROEHN ASPECT Studios, ©FLORIAN GROEHN

ASPECT Studios, ©FLORIAN GROEHN ASPECT Studios, ©FLORIAN GROEHN
ASPECT Studios, ©FLORIAN GROEHN ASPECT Studios, ©FLORIAN GROEHN

ASPECT Studios, The Goods Line NORTH ASPECT Studios, The Goods Line NORTH ASPECT Studios, The Goods Line NORTH ASPECT Studios, The Goods Line NORTH

Previous post

Copernico e Whitelight Art Gallery: contaminare con le arti contemporanee un luogo di aggregazione aziendale

Next post

#251 History of Japan