riabRubriche

#158: Dovecote Studio da ex colombaia a casa d’artista: il passo può essere breve

Riavvolgiamo il nastro del tempo e orientiamo la bussola dei nostri rabdomantici spostamenti alla ricerca di progetti di rigenerazione urbana verso nord-ovest, in direzione Regno Unito.
Siamo nel 2009 e ci troviamo a Snape, un piccolissimo borgo di poco meno di 600 anime nella contea del Suffolk, località che sembra abbia dato l’ispirazione all’autrice della serie Harry Potter, J. K. Rowling, nell’individuare il nome perfetto per uno dei personaggi più importanti, il professor Severus Snape.

Riab 158 - Devecote Studio
Dovecote Studio, Haworth Tompkins, Snape, Uk, 2009: un’ex colombaia trasformata in un dispositivo culturale (http://www.haworthtompkins.com).

Qui, a poco più di 100 chilometri ad est di Londra, lo studio di architettura Haworth Tompkins con sede nella capitale britannica, ha trasformato quel che resta di una colombaia del XIX secolo in stato di abbandono da diverso tempo in un vero e proprio studio a disposizione di chiunque abbia necessità di pace, silenzio e luce per ideare e dar vita ai propri progetti. Dovecote Studio, questo il nome dell’intervento, è stato realizzato per Aldeburgh Music grazie ad un investimento totale di circa 150mila sterline riscuotendo un notevole successo per l’eleganza dell’intervento e per l’estrema versatilità e funzionalità del dispositivo realizzato (tra i premi ricevuti ricordiamo il Civic Trust Award, l’Architects Journal Small Project Award, il Quality of Place Award: Design, il RIBA Award (East Region), il RIBA Client of the Year (Shortlist), il RIBA Crown Estate Conservation (Runnerup), il RIBA Stirling Prize (Longlist), il RICS East of England Conservation Award ed il RICS National Conservation Award (Shortlist)).

La struttura monoscocca del dispositivo, realizzata in acciaio corten, è stata pre-fabbricata e pre-assemblata altrove, arrivando sul luogo di progetto trasportata da una gru che semplicemente l’ha incastonata all’interno del perimetro delimitato da quel che resta della vecchia colombaia.

Riab 158 - Devecote Studio
Dovecote Studio, Haworth Tompkins, Snape, Uk, 2009: l’inserimento nel rudere della struttura monoscocca pre-fabbrica e pre-saldata (http://www.haworthtompkins.com).

Impreziosita dalla presenza di una grande finestra sul tetto orientata a nord in modo tale da far entrare nella struttura, in maniera zenitale, tutta la luce possibile, si sviluppa sostanzialmente su due livelli (piano terra più piccolo soppalco).

Nell’idea della committenza, si pensa che il Dovecote Studio verrà utilizzato come residenza d’artista (camera da letto + cucina), da musicisti come sale prove o teatro dove ospitare intimi concerti (in quanto una grande porta si apre proprio verso il cortile adiacente, prolungando lo spazio della colombaia anche all’esterno), da professionisti come sala riunioni o luogo per piccoli workshop o come semplice spazio espositivo temporaneo.

La struttura esistente è stata semplicemente messa in sicurezza con una serie di microscopici interventi che ne hanno garantito l’identità e la stabilità nel tempo mentre le pareti interne ed il soffitto sono state isolate attraverso un’operazione che ha sigillato una camera di vapore ad alte prestazioni tra l’acciaio corten e le pareti in abete in modo tale da creare una vera e propria scatola efficace nel contrastare gli sbalzi termici ed il ripetersi dell’azione delle piogge.

Un intervento rapido (non economicissimo a dir la verità) che ha riattivato qualche ossa sparsa in muratura aumentando gli spazi a servizio di percorsi culturali e di presidio territoriale. Un bell’esempio di come tanti ruderi sparsi nelle nostre campagne possano, con semplicità, trasformarsi in strumenti dove ospitare iniezioni di cambiamento.

marco svara
www.marcosvara.com
www.manifetso2020.com
m.svara@manifetso2020.com
@marcosvara
(Twitter + Instagram)

RIAB | a cura di Marco Svara

Una rubrica settimanale che parla di processi di RIgenerazione urbana in risposta all’ABbandono edilizio. Dal respiro tanto internazionale quanto locale. Ideata da Elisa Delli Zotti e Marco Svara, curata su Design Context da quest’ultimo, alla quale contribuiranno diversi Guest Editor da tutto il mondo (isole comprese).

Previous post

#16: Minotti

Next post

Rivestimenti compatti per esterni con le soluzioni acrilsolossaniche di Oikos