riabRubriche

#159: Demolire per illuminare, addizionare per migliorare

Sapete dove vi porto questo lunedì? Siete curiosi vero? Morite dalla voglia di sapere, in perfetto stile flight 616 (il nuovo programma d’Italia 1 condotto dalla fantomatica Paola Barale), quale sarà la destinazione impressa a lettere cubitali sul prossimo biglietto d’aereo che virtualmente acquisteremo insieme al solo costo della lettura di questo articolo?
Dai, basta farvi ribollire sulla sedia, scrollando il vostro smartphone come se non ci fosse un domani. Vi basterà un bagaglio a mano, un piccolo trolley perché dobbiamo dirigerci a nord, ma non troppo ‘in alto’. Atterriamo in Belgio (la prossima avversaria dell’Italia agli Europei francesi, tanto per restare ‘contemporanei’), e più precisamente ad Anversa, ed ancora più puntigliosamente all’interno dell’ex grande magazzino ‘Kendall’, un tempo luogo dove la logistica era la grammatica con la quale si aprivano e si chiudevano le imponenti entrate di un complesso tipicamente industriale.

riab 159 - ex magazzino Kendall - Anversa
Gli ex magazzini Kendall ora sede dei nuovi uffici della SD Work, Anversa, Belgio, 2010 (via http://stramien.be).

Qui, lo studio belga Stramien cvba con quartier generale a poche centinaia di metri dal luogo dell’intervento, è riuscito ad esaudire nel 2010 uno dei più grandi sogni della SD Worx, ovvero quello di localizzare i nuovi uffici all’interno di un edificio storico e identitario senza per questo rinunciare alla funzionalità, all’accessibilità spaziale ed alla flessibilità.
Per riuscire a rispondere alle esigenze di una committenza molto esigente (anche in relazione all’investimento fatto, pari a 3.8 milioni di euro), lo studio ha immediatamente deciso di eliminare un solaio intero per aumentare la luminosità interna dell’intera struttura sostituendo, inoltre, la vecchia struttura del tetto con una nuova in acciaio e vetro.
Oltre alla demolizione di un solaio e l’addizione sul tetto, particolare attenzione è stata posta nel dotare l’intero edificio di impianti tecnologici all’avanguardia, partendo dall’installazione di un sistema d’aria condizionata di ultima generazione, in grado di alternare ventilazione notturna e free cooling in maniera automatica.

riab 159 - ex magazzino Kendall - Anversa
Un particolare degli interni: superfici spaziose e soprattutto luminose (via http://stramien.be).

Un recupero industriale azzeccato perché in grado di trasformare le criticità di una struttura anacronistica rispetto alle esigenze attuali in delle vere e proprie peculiarità caratterizzanti dalle quali partire per offrire un alternarsi di spazi efficaci nell’ospitare le funzionalità e le dinamiche tipiche di un ufficio contemporaneo ed efficienti nel mantenere performances energetiche decisamente sostenibili. Infatti, uno dei più grandi dilemmi (e preoccupazioni) della committenza non era il costo di ristrutturazione del padiglione bensì il consumo energetico dell’ex magazzino. Per tranquillizzare i vertici della SD Worx, il gruppo di progetto capitanato da Peter Vermeulen, ha deciso di collaborare con uno degli studi impiantistici più famosi del nord europa, la Cenergie, leader nei servizi integrati di consulenza, progettazione, ingegneria e gestione energetica soprattutto d’edifici in fase di ristrutturazione.
Insomma, una garanzia.

marco svara
www.marcosvara.com
www.manifetso2020.com
m.svara@manifetso2020.com
@marcosvara
(Twitter + Instagram)

RIAB | a cura di Marco Svara

Una rubrica settimanale che parla di processi di RIgenerazione urbana in risposta all’ABbandono edilizio. Dal respiro tanto internazionale quanto locale. Ideata da Elisa Delli Zotti e Marco Svara, curata su Design Context da quest’ultimo, alla quale contribuiranno diversi Guest Editor da tutto il mondo (isole comprese).

Previous post

18 - Essence la cucina Toncelli che unisce storia e innovazione

Next post

19 - Miunn, un sistema di sedute per il contract