video

HiCan: il primo letto intelligente

HiCan: il primo letto intelligente che combina l’innovazione tecnologica al lusso nell’abitare

HiCan, acronimo di High Fidelity Canopy, rappresenta una vera e propria rivoluzione dell’ambiente della casa, ponendosi la sfida di rendere speciali i momenti quotidiani più semplici come il riposo e il tempo libero: si presenta come un letto a baldacchino di lusso dotato di un sistema di controllo caratterizzato da una semplice applicazione disponibile su ogni tipo di dispositivo mobile. Un prodotto di design che fa da cerniera tra due mondi: quello del bell’abitare della tradizione italiana e quello della tecnologia integrata, funzionale ma invisibile.

Il concept di HiCan nasce infatti nove anni fa come frutto di una ricerca svolta nel dipartimento di Ingegneria dell’Università della Calabria con l’obiettivo di integrare la tecnologia all’interno dei prodotti per l’arredamento. L’ingegnere e designer Edoardo Carlino, oggi Design Director di Hi-Interiors, è riuscito a materializzare lo scopo dello studio con l’ideazione di HiCan, il cui primo prototipo è stato realizzato nel 2008. «Mentre disegnavo HiCan, pensavo a che tipo di esperienza avrei potuto creare per le persone e a come avremmo potuto arricchire la loro vita nel quotidiano» spiega il designer. È un dato di fatto che «il futuro della casa sarà senz’altro hi-tech, la possibilità cioè di far dialogare tra loro gli oggetti rivoluzionerà l’abitare come lo smartphone ha fatto con il nostro quotidiano».
Parte da queste idee l’ambizioso progetto di Hi-Interiors, azienda fondata da Ivan e Gianni Tallarico che si definiscono outsider del panorama del design italiano, con l’intento di dar vita a prodotti straordinari in grado di rivoluzionare ed innovare il concetto di casa scommettendo non solo sull’efficienza, parola chiave degli appassionati di hi-tech, ma anche e soprattutto sullo stare bene e sulla qualità del riposo.
Il primo progetto mondiale che combina Internet of things a un letto che si presenta esteticamente con una struttura esterna in Adamantx, innovativo materiale in grado di garantire resistenza e rigidità, abbinata ad eleganti interni in legno laccato e a rivestimenti disponibili sia in pelle che in tessuto, regalando già ad un primo sguardo l’impressione confortante di un lussuoso elemento dell’abitare, e allo stesso tempo l’entusiasmo di trovarsi davanti ad un prodotto di ultimissima tecnologia.
HiCan
È così che Hi-Interiors introduce sul mercato un letto con una marcia in più, affidando così all’interior design il ruolo di progettare ed orchestrare la tecnologia all’interno degli ambienti domestici, senza togliere spazio al benessere, all’individualità e all’intimità. «La tecnologia, che ha trasformato tanti nostri comportamenti, ha fatto molto poco per migliorare il modo in cui dormiamo. HiCan cambierà questo modo di pensare» – spiega Ivan Tallarico, CEO e Founder di Hi-Interiors.
A distanza di otto anni dal primo modello, infatti, l’azienda start-up si pone nuove sfide: il progetto è stato arricchito e dispone di una piattaforma open source personale e personalizzata ed una serie di funzioni hi-tech ulteriori, come l’integrazione del sistema audio basato su tecnologia exciter con impianto di sinto-amplificazione, una consolle motorizzata incassata nella pediera per ospitare una scelta flessibile di ulteriori fonti multimediali, tra cui Apple TV, X-Box e Play Station, collegati ad un proiettore per godere della massima esperienza visiva su uno schermo di 70” posto ai piedi del materasso.
HiCan si distingue per un design audace, elegante ed essenziale, ma allo stesso tempo caldo e accogliente, in grado di adattarsi e di conferire un’identità inimitabile ad ogni tipo di ambiente: dai contesti residenziali moderni, agli spazi dedicati alla luxury hospitality, fino ad arrivare al segmento degli spazi mobili come yacht privati. HiCan è progettato per riflettere al suo interno il gusto e la quotidianità di chi desidera interpretare in chiave digitale quelle piccole azioni poetiche del relax e sceglie di trasformare il momento del riposo in un’esperienza a 360° all’interno di un vero e proprio tempio del comfort, del benessere e dell’innovazione tecnologica che ti fa stare bene.
Per sviluppare il progetto HiCan è stata scelta la piattaforma di crowdfunding INDIEGOGO per trasformare il concept in una rivoluzione reale.

Previous post

#27: ATELIER DE PAYSAGES BRUEL-DELMAR

Next post

62 - Soft Machine: il divano scultoreo di Adrenalina