urban planning news

Bologna, prosegue il piano di riqualificazioni ‘Di nuovo in centro’

PIAZZA-ALDROVANDI_progetto-19A Bologna Piazza Aldrovandi si trova subito fuori dalla ‘cerchia del Mille’ ed è punto di riferimento della parte est della città. La sua riqualificazione, il cui progetto è stato presentato il 21 gennaio scorso, è una delle azioni strategiche di Di nuovo in centro, il programma per la pedonalità promosso dal Comune che intende migliorare la vivibilità, accessibilità e qualità dello spazio pubblico nel centro della città.

PIAZZA-ALDROVANDI_progetto-6 PIAZZA-ALDROVANDI_progetto-13 PIAZZA-ALDROVANDI_progetto-15 PIAZZA-ALDROVANDI_progetto-17 PIAZZA-ALDROVANDI_progetto-12

Il progetto è il frutto di un percorso di ascolto di cittadini, residenti, commercianti e fruitori della piazza a cura di Urban Center Bologna, che ha visto diverse fasi fra la fine del 2012 e i primi mesi del 2015, in cui si è avuta una terza fase di ascolto in quattro incontri oltre a un tavolo tecnico di approfondimento, a cui sono stati invitati i rappresentanti dei due comitati che avevano presentato petizioni rispetto ad alcune criticità ed esigenze, alcuni rappresentanti dei commercianti e i progettisti. Il progetto è stato quindi semplificato e modificato anche in base alle indicazioni ricevute.

I principali interventi prevedono l’allargamento dello spazio centrale, con inserimento di alberi e panchine, l’istituzione di uno spazio multifunzionale, tra il mercato e lo spazio alberato, che renda possibile sia una fruizione completamente pedonale, che il carico e scarico merci in determinati orari, che l’organizzazione di mercati temporanei o eventi, l’eliminazione dei parcheggi fra le ‘baracchine’, in modo da liberare la visuale fra il portico e la piazza e permettere una completa permeabilità degli spazi per chi si muove a piedi, in particolare anziani, bambini e genitori con carrozzine, la riprogettazione dell’illuminazione complessiva, tanto del portico quanto dello spazio aperto, con un investimento pari a circa un terzo dell’intero budget e, infine, l’inserimento di nuove alberature e pergolati leggeri con piante rampicanti, in modo da attribuire alla piazza un connotato più ‘verde’.

Con una durata stimata in 36 settimane lavorative, l’importo complessivo dell’opera sarà finanziato per €287.829,14 mediante ricorso a un’operazione di mutuo contratto con un Istituto di credito autorizzato e per €671.601,32 mediante reimpiego del Contributo della Regione Emilia Romagna (FSC Interventi DUP art. 30 L.R. 28/2013) di cui alla delibera regionale E .R. Prog. 110 del 10/02/2014.

Il progetto
Piazza Aldrovandi è uno spazio che oggi è organizzato in fasce funzionali di forma allungata, parallele fra loro e sostanzialmente isolate l’una dalle altre: il portico mercato, la strada carrabile, la pedana pedonale con gli alberi, il corsello carrabile a ovest e il marciapiede a ridosso della quinta di edifici. Questa organizzazione comporta la mancanza di un’immagine unitaria del luogo, poiché ogni fruitore delle singole fasce ne vive un solo aspetto funzionale.

Obiettivo principale del progetto è rafforzare l’identità della piazza come luogo armonico dove le diverse esigenze dei vari fruitori si integrino e si compongano fra loro. A partire dalle vocazioni storiche (commerciale, incontro, luogo di eventi), sono stati tessuti insieme i fili delle singole esigenze in un’unica trama. Per dare senso compiuto alla composizione nel rispetto di tante necessità, sono state individuate le parti nelle quali le diverse potenzialità potessero esprimersi al meglio, seguendo il fil rouge dato dalla forma, dagli edifici, dalle strade, dai dislivelli cioè in sostanza dai lasciti fisici della storia della piazza e dalle suggestioni delle sue rappresentazioni nel tempo. Il centro della composizione coincide con il centro fisico della piazza, laddove si rafforzano le connessioni trasversali tra portico – mercato spazio libero e alberi, al fine di rendere possibile una pedonalizzazione, ancorché temporanea, ma completa. L’allargamento del marciapiede sul lato ovest e l’inserimento di nuovi attraversamenti pedonali sono stati pensati sempre nell’ottica di migliorare l’accessibilità.

www.urbancenterbologna.it/nuovo-centro

Previous post

#11 Elena Chernyshova. Days of Nights - Nights of Day

Next post

East di Yod Design Lab. Un mix di suggestioni asiatiche nel ristorante fusion