riv 3.0

#67 Architetti digitali stranieri: The Principals



03-the-principals04-the-principals05-the-principals06-the-principals07-the-principals08-the-principals09-the-principals

Un architetto, un designer e un mastro artigiano compongono a partire dal 2011 lo studio The Principals a Brooklyn (New York). Una commistione multidisciplinare di saperi teorici e di esperienze concrete permette così la creazione originale di prodotti di design e di installazioni architettoniche sorprendenti grazie all’uso di robot e sensori. Lo studio è stato coinvolto in diversi progetti, dagli spazi per noti brand di abbigliamento ai padiglioni per sale da concerto, a installazioni interattive per MoMA PS1, Sonos, Microsoft e Ford.

Durante il Bonnaroo Music and Arts Festival del 2012 a Soho (NYC), il team ha mostrato il risultato di un workshop durato una settimana con diversi studenti dell’Art Institute of New York (Adrienne Carducci, Wesley Fulgham, Ryan Fleming, Ryan Griffin, Jonathan Howard, Glorimer Ovalle, Morgane Palacios, Marianne Sodogandji, Sabrina Stefano, Stephanie Zeni). Il risultato del laboratorio: un ambiente architettonico interattivo chiamato Cosmic Quilt, ‘tessuto cosmico’, mostrato in anteprima presso lo spazio Model Citizens durante la New York Design Week 2012 con la sponsorship di Pedro Torres Picón e di Phil Delion & Co. Gli studenti hanno imparato a mettere in collegamento sensori, robot e forme architettoniche riuscendo a dare vita a uno spazio interattivo di 2,40×4,80 metri, posto a un’altezza di 3,65 metri e composto da quattro calotte modulari. Il morbido ‘tessuto’, puntellato di ‘stelle’, è costituito in realtà da 3.000 elementi che interagiscono tra loro per creare un movimento fluido sensibile al passaggio e all’interazione dei visitatori.

The Principals – con questo e altri esperimenti – si pone un quesito oramai ricorrente in questa rubrica: e se l’architettura in cui abitiamo diventasse ‘intelligente’? Soffitti e muri non sarebbero più gli stessi…

Foto: Walling McGarity Photography


elisa-montalti

RIV 3.0 | ideata e curata da Elisa Montalti

Indaga la radicale trasformazione nel settore del design, dell’architettura e della cultura in generale grazie al web e allo sviluppo delle tecnologie innovative.
elisamontalti@hotmail.it

Previous post

Baux: isolamento acustico mix&match

Next post

Premio Federico Maggia 2015. Vince un progetto (di) Concreto