riv 3.0

#65 Architetti digitali stranieri: MX3D

In questo caso il campo di indagine è più relativo all’ingegneria che all’architettura. Lo studio olandese MX3D ha infatti ambizioni elevate: stampare un ponte in 3D! La start-up in R&D con sede ad Amsterdam ha infatti studiato un sistema additivo altamente innovativo capace di stampare in 3D metalli e resine a mezz’aria, senza necessità di strutture di supporto. A questo proposito è stata messa a punto nel 2014 una stampante 3D efficiente assemblando un robot industriale con una saldatrice avanzata, entrambi gestiti da un software per la gestione del lavoro. Con questa tecnologia MX3D ambisce a realizzare forme complesse su misura, trasformando definitivamente il cantiere edilizio. Come primo esperimento: un ponte in acciaio dal disegno articolato sopra l’acqua nel centro di Amsterdam.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra MX3D, la società di software Autodesk, l’impresa di costruzioni Heijmans e molti altri partner. Il progettista, Joris Laarman, spiega che con il ponte si vuole mostrare come la stampa 3D entri nel mondo della grande scala, consentendo una libertà espressiva altrimenti molto difficile da applicare. In questo modello si è cercata inoltre una certa complessità formale che possa essere adeguata al contesto storico in un incontro tra tecnologia del futuro e città vecchia.

La tecnologia offerta da MX3D si presenta inoltre vantaggiosa in quanto si basa sul principio della ‘stampa fuori dalla scatola’, ossia stampando con robot industriali a 6 assi, non si è più limitati a un perimetro quadrato circoscritto ma la libertà diventa ancora maggiore, e il ponte a grandezza naturale si configura come un bell’esempio con cui misurarsi. Braccia robotiche inizieranno il cantiere da una sponda del canale, avanzando su supporti autoassemblati man mano che il ponte andrà completandosi. Le macchine seguiranno le istruzioni impartite dal software specifico e i robot saranno in grado di scaldare il metallo alla temperatura di 1.500 °C in modo che le stampanti possano modellare in tempo reale l’intelaiatura, le travi e gli altri elementi strutturali come da disegno progettuale.

I lavori inizieranno a settembre 2015 e a breve il Comune sceglierà il punto esatto in cui localizzare il nuovo ponte.

1 2 3 4 5 6 7 8

http://mx3d.com/

elisa-montalti

RIV 3.0 | ideata e curata da Elisa Montalti

Indaga la radicale trasformazione nel settore del design, dell’architettura e della cultura in generale grazie al web e allo sviluppo delle tecnologie innovative.
elisamontalti@hotmail.it

Previous post

Contenitori di innovazione e creatività

Next post

Architects meet in Selinunte_Mash Up: Angelo Vecchio