riabRubriche

#153 Cronache dai Mercati Generali di Milano / pt. 2

Dopo l’introduzione generale della scorsa settimana, in questa puntata vi racconterò un po’ di più rispetto ai luoghi protagonisti del workshop ‘Mercati Generali – mappatura e cicli di riuso‘ promosso da Temporiuso (Milano) insieme a Superuse Studios (Rotterdam) in scena dal 14 al 19 maggio ovviamente a nella capitale lombarda.

riab 153 -1
L’area dei Mercati Generali di Milano, a cavallo tra la città storica e la periferia, cintura tra impianti urbani molto differenti tra loro (via bing.com).

Se le attività di workshop e seminariali si svolgeranno negli spazi del progetto P7 Palazzina Liberty Ospitalità e Scambio, nel cortile prospiciente, e nella Pensilina P8 (già oggetto di recenti processi pilota di riuso temporaneo di spazi in abbandono promossi dallo stesso collettivo milanese), i veri protagonisti delle traiettorie progettuali dei partecipanti saranno le strutture del comparto dei Mercati Generali di Milano, in zona 4.
Per gli amanti della cronaca ed i feticisti delle sperimentazioni di riattivazione di situazioni d’abbandono, P7 Palazzina Cortile e P8 Pensilina sono dei progetti pilota di riuso temporaneo di luoghi in abbandono avviati nel 2012 da temporiuso.org come parte del percorso di ricerca-azione ‘Temporiuso X Milano. Riattivazione di spazi di interesse cittadino con progetti di riuso temporaneo‘ sostenuto dal Comune di Milano e dal DAStU, Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano.
Sempre per la cronaca, a dimostrazione dell’efficacia e dell’efficienza dell’approccio promosso da Temporiuso, all’interno della Palazzina P7 (di oltre 300 mq e di proprietà della So.Ge.MI.) troviamo spazi di co-working, di aggregazione di quartiere e di studentato a prezzi low-cost, tutte funzioni sostenibili che ancor oggi vivono alimentando una molteplicità di esternalità positive sia per gli inquilini che per le popolazioni che vi gravitano attorno.
Ma torniamo a noi, agli ‘oggetti’ del workshop.
La stessa proprietaria della Palazzina P7, la So.Ge.Mi S.p.A., gestisce i Mercati Agroalimentari all’Ingrosso di Milano, localizzati al centro del Nord Italia, all’incrocio dei principali corridoi di transito internazionale e incastonati nel settore est di Milano, in Zona 4.

riab 153 - 2
I capannoni dei singoli mercati, ordinati, geometrici, posizionati ortogonalmente rispetto un sistema viario semplice in grado di ottimizzare movimenti ed economie (via bing.com).

Essi sono composti dai Mercati Ortofrutticolo, Ittico, Avicunicolo e Floricolo, limitrofi tra loro e posizionate in un’area altamente attrezzata: una sorta di città nella città, un unico grande centro integrato di distribuzione all’ingrosso che per dimensioni, numero di frequentatori e potenziale è il più grande d’Italia. Non il più grande di Milano, della Lombardia o del Nord Italia ma dell’intera penisola.
Iniziamo dal primo, il Mercato Ortofrutticolo. È il mercato all’Ingrosso più grande d’Italia per quantità di prodotti commercializzati (1.000.000 di tonnellate/anno) e si caratterizza per l’ampiezza della gamma di prodotti disponibili tutto l’anno. Attenzione-attenzione, giusto per darvi un dato significativo: in esso viene commercializzato il 10% della merce che transita complessivamente all’interno di tutti i mercati ortofrutticoli italiani. Mica poco.
Il Mercato Ittico all’ingrosso di Milano, cosa paradossale vista la distanza dalle coste italiane, è tra i più moderni a livello europeo e il più importante mercato di prodotti ittici in Italia come quantità, qualità e freschezza dei prodotti commercializzati.
Il Mercato Avicunicolo all’ingrosso di Milano, per capirci quello che tratta polli, tacchini, faraone, quaglie, cacciagione, oche, anatre, uova, é anch’esso mercato leader in Italia per la commercializzazione, secondo le normative igienico-sanitarie CE, di tali prodotti e la merce commercializzata è destinata per la quasi totalità al consumo della città di Milano e del suo territorio provinciale. Secondo dati statistici, gli acquirenti del mercato milanese sono costituiti da dettaglianti, ambulanti, ristoratori, collettività, istituti pubblici, enti ospedalieri.
Infine, il Mercato Floricolo all’ingrosso di Milano, dotato di innovative soluzioni impiantistiche e tecnologiche, per la gioia degli allergici a polline e graminacee come me è il più grande mercato di ridistribuzione in Italia di fiori nazionali ed esteri e, in piccola parte, di esportazione dei prodotti italiani.
Insomma, una città nella città, con tanto di negozi, uffici, bar, ristoranti, sale riunioni e servizi; con servizio di sicurezza impeccabile, piano di comunicazione, luoghi di transito, parcheggio, sosta e carico e scarico; con regole e regolamenti, orari e abitudini; con le proprie lingue e linguaggi, con i propri segni, simboli e simbolismi; con spazi utilizzati e non utilizzati, sottoutilizzati o abbandonati, in rovina o in fase di ripensamento ecc… ecc… ecc …

Un’occasione più unica che rara per sperimentare in scala 1:1 potenzialità e criticità della rigenerazione urbana e del riuso temporaneo applicate a situazioni reali, concrete, vissute da persone e popolazioni, macro e micro economie, pratiche legali e irregolari, flussi e dinamiche.

Insomma, una figata pazzesca.

Cosa aspetti, c’è ancora tempo per iscriversi! Qui tutte le informazioni.

marco svara
www.marcosvara.com
www.manifetso2020.com
m.svara@manifetso2020.com
@marcosvara
(Twitter + Instagram)

RIAB | a cura di Marco Svara

Una rubrica settimanale che parla di processi di RIgenerazione urbana in risposta all’ABbandono edilizio. Dal respiro tanto internazionale quanto locale. Ideata da Elisa Delli Zotti e Marco Svara, curata su Design Context da quest’ultimo, alla quale contribuiranno diversi Guest Editor da tutto il mondo (isole comprese).

Previous post

04 - Con Wood-e il massello in bagno è di Regia

Next post

05 - Tray, eleganga e semplicità nel lavabo Planit by Emo Design