architecture newsnews

15. Mostra Internazionale di Architettura: i numeri di un successo

Si è chiusa domenica 27 novembre la 15. Mostra Internazionale di Architettura 2016 – Reporting From the Front
260.000 visitatori +14% cui si aggiungono 14.180 presenze alla vernice +16%
Da mesi è la mostra più visitata in Italia

Si è chiusa ieri, 27 novembre 2016, la 15. Mostra Internazionale di Architettura – ‘Reporting From the Front’ – organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta e curata da Alejandro Aravena che nel weekend hanno incontrato i partecipanti alla Mostra, i curatori dei Paesi e il mondo dell’architettura che ha affollato gli ultimi giorni di apertura. La Mostra, durata 6 mesi, si è chiusa avendo ospitato 260mila visitatori (per la precisione 259.725), cui si aggiungono 14.180 presenze nel corso della vernice, dati che confrontati con i 228.000 visitatori e 12.214 presenze della vernice del 2014, registrano rispettivamente un incremento del 14% e del 16%. I visitatori sotto i 26 anni hanno rappresentato il 45% dei visitatori totali. In particolare, gli studenti che hanno visitato la Mostra in gruppo sono stati il 26% del totale dei visitatori.
Paolo Baratta e Alejandro Aravena - Ph. Jacopo Salvi - Courtesy La Biennale di Venezia
La dichiarazione del presidente Paolo Baratta: «Abbiamo scommesso, impegnandoci a fondo sulla Biennale Architettura (anche con una durata di sei mesi, fatto straordinario). Siamo molto grati ai Paesi partecipanti per questa loro adesione a una maggior durata. Siamo lieti dei risultati sia per quel che riguarda l’alta partecipazione del pubblico, sia per l’intensità dei numerosi momenti di colloquio, ricerca e dialogo internazionale sviluppati al suo interno. Che essa sia diventata il punto di riferimento più significativo per il mondo dell’architettura è ormai un’opinione diffusa. La mostra di Aravena sarà ricordata: ha costruito occasioni molto stimolanti di riflessione sulle possibilità della società civile di organizzare meglio lo spazio del proprio sviluppo nei centri e nelle periferie del mondo. A lui, ai suoi collaboratori e alla Biennale tutta il nostro più caloroso ringraziamento».

Oltre alle Partecipazioni nazionali e agli Eventi Collaterali, si sono tenute nel corso della Mostra speciali iniziative. Il Convegno Urban Age, che di solito si svolge in varie città del mondo, ha accettato l’invito di tenersi a Venezia il 14 e 15 luglio. Con l’occasione, la London School of Economics Cities e la Alfred Herrhausen Society della Deutsche Bank hanno organizzato un Padiglione alle Sale d’Armi dell’Arsenale, Report from Cities: Conflicts of an Urban Age (a cura di Ricky Burdett), in vista della conferenza mondiale delle Nazioni Unite – Habitat III, tenutasi a Quito, Ecuador (17-20 ottobre 2016).
Sono stati inoltre realizzati il Padiglione delle Arti Applicate, in collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra, con una mostra intitola A World of Fragile Parts (a cura di Brendan Cormier) e il Progetto Speciale Reporting from Marghera and Other Waterfronts (curato da Stefano Recalcati) allestito nel Padiglione di Forte Marghera (Mestre, Venezia).

La Mostra si è arricchita dei Meetings on Architecture, un programma di appuntamenti sui temi e i fenomeni presentati in Mostra che si sono svolti durante tutto il periodo di apertura, con la partecipazione degli architetti e dei protagonisti della Mostra Internazionale (realizzati con il sostegno di Rolex).Il progetto Biennale Sessions – dedicato alle Università, Accademie di Belle Arti, istituzioni di ricerca e formazione nel settore dell’architettura, delle arti visive e nei campi affini – ha favorito per il sesto anno consecutivo la visita della Mostra a gruppi di studenti e docenti, registrando una straordinaria partecipazione di università straniere con un incremento del +3% rispetto al 2014.

  • 140 università convenzionate (+17% rispetto al 2014) di cui:
    • 60 università italiane
    • 80 straniere provenienti da tutti i continenti e, in particolare, 10 tedesche, 6 britanniche, 6 spagnole, 5 austriache e 5 svizzere
  • 6.615 studenti universitari provenienti da tutto il mondo hanno inserito la visita alla Biennale Architettura 2016 all’interno del loro percorso formativo e considerato la Biennale un luogo di approfondimento e di ricerca

Ph. Andrea Avezzù - Courtesy La Biennale di Venezia

Educational

43.950 (2.197 gruppi) partecipanti alle attività educational e ai servizi di visite guidate, con un incremento del 15% rispetto al 2014. In particolare: 30.376 (+12% sul 2014) i giovani e gli studenti che hanno partecipato alle attività Educational, di cui 1.519 gruppi 13.574 (+21% sul 2014) la cifra di adulti e di pubblico organizzato in gruppo che ha partecipato alle visite guidate 31 operatori educational della Biennale che hanno accompagnato i visitatori nelle due sedi di mostra.

Comunicazione
Media
4.035 giornalisti di cui 2.410 di stampa internazionale e 1.625 di stampa italiana La rassegna stampa conta a oggi
3.045 articoli sulla stampa scritta e sui principali siti web
89 testate televisive di cui 73 straniere e 16 italiane

WEB
1.164.837 utenti unici e 6.824.154 visualizzazioni di pagina del sito istituzionale www.labiennale.org nel periodo di apertura della Mostra, dal 28 maggio al 27 novembre 2016

Ph. Andrea Avezzù - Courtesy La Biennale di Venezia

Social Network
Facebook

  • Fan totali della pagina: 283.968, + 16.102 dall’inizio della Biennale Architettura 2016 (+ 10% rispetto al 2015)
  • Sono stati pubblicati sulla pagina ufficiale circa 260 post con gli hashtag ufficiali #BiennaleArchitettura2016 e #ReportingFromTheFront
  • I 10 più popolari hanno ottenuto organicamente circa 226.000 visualizzazioni (70.000 nel 2014), generando circa 3000 tra reazioni, commenti e condivisioni (919 nel 2014)
  • (+ 220% circa per entrambi i parametri rispetto alla Biennale Architettura 2014)

Twitter

  • Fan totali della pagina: 621.000, + 42.200 dall’inizio della Biennale Architettura 2016 (+ 37% rispetto al 2015)
  • Dall’inizio della Biennale Architettura 2016, sono stati pubblicati sulla pagina ufficiale più di 1800 tweets (827 nel 2015; +117% rispetto al 2015), che hanno raggiunto complessivamente circa 24 milioni di visualizzazioni (9 milioni e 400 mila nel 2015; +155% rispetto al 2015)

Instagram

  • Fan totali della pagina 96,800
  • Dall’inizio della Biennale Architettura 2016, sono stati pubblicati sulla pagina ufficiale più di 130 post con gli hashtag ufficiali #BiennaleArchitettura2016 e #ReportingFromTheFront
  • I 5 post più popolari hanno ottenuto più di 13.000 like.
  • I post complessivi generati con gli hashtag ufficiali #BiennaleArchitettura2016 e #ReportingFromTheFront sono stati 50.507

Alejandro Aravena e Jovanotti - Ph. Jacopo Salvi - Courtesy La Biennale di Venezia

I numeri della Mostra

  • 65 partecipazioni nazionali
  • 30 partecipazioni nazionali nei padiglioni storici ai Giardini
  • 20 (con Italia) partecipazioni nazionali all’Arsenale
  • 15 partecipazioni nazionali nel centro storico di Venezia
  • 5 nazioni presenti per la prima volta sono: Filippine, Lituania, Nigeria, Seychelles e Yemen
  • 3 Progetti Speciali
  • 6 Meetings on Architecture al Teatro alle Tese in Arsenale
  • 20 Eventi collaterali allestiti in palazzi e luoghi sparsi a Venezia

5. Mostra Internazionale di Architettura – ‘Reporting From the Front’
La Biennale di Venezia

Previous post

#25 A Torino la nuova sede di Gebrüder Thonet Vienna

Next post

Oikos si conferma eccellenza del made in Italy: assegnato a Londra il premio SBID