SmartPost

#12 Immaginare il futuro per disegnarlo meglio

buckyfuller1Buckminster Fuller l’aveva chiamato Comprehensive Anticipatory Design Science (CADS): un approccio sistematico sviluppato al MIT nel 1956, guidato dall’idea generale che scienza, design e previsioni sul futuro possano andare di pari passo. Nel compendio Cosmography, lo descrive così: “La funzione di quella che chiamo scienza del design è la soluzione di problemi attraverso l’introduzione di nuovi artefatti nell’ambiente”. In pratica, usare il design per testare ed esplorare scenari futuri.
Questa rubrica parla di idee di oggi per le città di domani e in questo ultimo Smart Post vorremmo lasciare a voi il testimone. Per noi progettare le città di domani significa avere in mente quattro punti. Primo: la simulazione del futuro è uno strumento ipotetico. Risponde a una domanda – What if? – e non fornisce risposte deterministiche, né definitive e monolitiche. Secondo, gli scenari futuri sono solo una parte dell’impresa, funzionando da terreno fertile per le attività di design connesse. Terzo, gli scenari futuri devono avere solide radici nel presente e mantenere forti legami con il mondo per come questo è ora. Quarto e ultimo, non importa se lo scenario immaginato non sarà tale, sappiamo bene che con tutta probabilità il futuro sarà diverso, ma progettare con in mente una simile proiezione può aiutarci a disegnare lo scenario più desiderabile. La sola necessità è che ogni concetto o oggetto sia affrontato da ogni prospettiva possibile, anche quelle sgradevoli o distopiche, per evitare che i peggiori incubi si avverino.
Si tratta insomma di un atto di design speculativo: proporre alcuni scenari possibili, valutandone conseguenze ed esigenze e condividendo le idee che ne derivano al fine di instaurare un dibattito pubblico. In altri termini, muovere da un tempo presente per arrivare a un contesto futuro fittizio ma possibile. “I just invent, then wait until man comes around to needing what I’ve invented” affermava d’altra parte Fuller. E delle sue teorie abbiamo bisogno ancora oggi.

SmartPost | le idee di oggi per le città di domani | a cura di Carlo Ratti Associati

Facebook carlorattiassociati | Twitter @crassociati | Hashtag #smartpost | pr@carloratti.com | www.carloratti.com

Previous post

Regia minimal chic per il primo monomarca di Christopher Kane

Next post

Concorso per il Museo Regionale di Scienze Naturali