Design Balneare

La Rotonda di Senigallia

1-rotonda_storicaRotonda di Senigallia

3-rotonda-sul-mare

4-rotonda-2Rotonda di Senigallia dopo il restauro del 2006

2-rotonda-MARE-SENIGALLIA

La Rotonda sul Mare è un luogo magico, pieno di suggestioni e ricordi impresse in maniera indelebile nel cuore dei senigalliesi.

Una rotonda sul mare
Il nostro disco che suona
Vedo gli amici ballare
e tu non sei qui con me.

(Fred Bongusto)

I luoghi dell’estate non possono che ricordare la Rotonda sul Mare evocata da Fred Bongusto.  Si tratta del vecchio stabilimento balneare di Senigallia realizzato su progetto dell’Ing. Enrico Cardelli e inaugurata il 18 luglio del 1933. Ben presto si rese famosa per le sue serate musicali tanto che venne visitata anche dall’allora principe Umberto.
Da semplice luogo d’incontro in cinematografo si trasforma in sala da ballo, bar e palcoscenico per sfilate di moda.
Durante la seconda guerra mondiale la Rotonda servì da magazzino militare, ma una volta terminato il conflitto bellico, negli anni ’50 e ’60 divenne il centro della mondanità richiamando numerosi turisti ed artisti di prim’ordine della musica leggera italiana. È infatti ritenuta il luogo che avrebbe ispirato Fred Bongusto per la sua nota canzone Una rotonda sul mare.
Verso la fine degli anni ’80 la Rotonda vive una fase di progressiva decadenza che la porterà alla chiusura per inagibilità.
Quell’importante luogo turistico rimase purtroppo chiuso al pubblico fino al 2006 quando i lavori di ristrutturazione giunsero al termine. Oggi, solo durante il periodo estivo, si tengono mostre e convegni oltre ad essere utilizzata per celebrare matrimoni.

Roberto Semprini
Design Balneare, ovvero la Cultura della balneazione dalle sue origini ai possibili futuri scenari.
Un racconto che coinvolge molteplici aspetti del progetto: il tempo libero, il design del prodotto, la moda, l’arredo urbano, le microarchitetture, gli stabilimenti balneari d’avanguardia, fino agli interventi urbanistici e architettonici del waterfront delle città.

Previous post

#86 La morte dei dinosauri

Next post

Impresa docet: Molteni protagonista del terzo incontro